L'ECCELLENZA NELLA CURA DELLE DIPENDENZE COMPORTAMENTALI
L'ECCELLENZA NELLA CURA DELLE DIPENDENZE COMPORTAMENTALI

La cyber-porn addiction, ovvero la dipendenza da pornografia on-line, è una ricerca compulsiva di appagamento sessuale tramite la fruizione di materiale pornografico on-line (immagini e video) e la comunicazione attraverso chat erotiche. Il porno-dipendente web tende a mantenere per molte ore il livello di eccitazione, ricorrendo all’autoerotismo per far calare e liberare l’eccessiva tensione, rabbia, stress e dimenticare tutti i suoi problemi. Al momento del calo della tensione subentrano la repulsione, disagio, malessere per gli stimoli pornografici e la sensazione di essere schiavi di un meccanismo che toglie la libertà. Il soggetto avverte l’esigenza di porre fine alla dipendenza, ma (come per tutte le dipendenze) la compulsione prenderà nuovamente il sopravvento. Nella cyber-porn addiction, l’interattività è completamente assente, in quanto la persona è sola con lo schermo e le immagini impresse su di esso. Nel dipendente si riscontra una semi-impotenza o impotenza totale, nell’atto con una donna reale; non c’è nessuna ansia da prestazione. Il soggetto ottiene sia l’erezione sia l’eiaculazione, solo attraverso la visione di materiale pornografico, è incapace di controllare, limitare o sospendere la fruizione di materiale pornografico; non riesce più a vivere senza, e l’eiaculazione finale/orgasmo, è spesso, l’unica possibilità per riuscire ad interrompere la visione. La mente del cyber-porn addict, è passiva, non libera d’immaginare poiché, visionando materiale pornografico, quest’ultimo si appropria della fantasia dello “spettatore”, stereotipandole alle sue immagini. Il mondo virtuale permette di scegliere a piacimento la propria identità e caratteristiche, favorendo processi di dissociazione. Inoltre è comoda, pulita, igienica. È un’emergenza poco appariscente perché consumata in silenzio e in solitudine, ma intacca rapporti di coppia, la capacità dell’individuo di avere relazioni sane e, in casi gravi, affrontare e vivere la realtà. Si sperimenta un’onnipotenza che nessuna relazione con una persona “vera” può dare.

Dipendenza da cyber pornografia – Ricerche e studi

Certi elementi che potrebbero favorire lo sviluppo della cyber-porn addiction quali psicopatologie pre-esistenti (depressione, disturbi ossessivo – compulsivi, ecc.), condotte rischiose (eccessivo consumo, riduzione delle esperienze di vita e di relazioni “reali”) ed eventi di vita sfavorevoli (portando a problemi lavorativi, familiari, amicali, ecc.), sono accentuati, dalle caratteristiche della rete, cioè anonimato e l’estrema facilità nell’accedere ai servizi. La ricerca compulsiva del piacere attraverso l’autoerotismo può portare la diminuzione del desiderio verso il proprio partner, e l’incapacità di portare a termine un rapporto sessuale nella realtà. Il piacere sessuale, associato esclusivamente a materiale pornografico, può favorire la tendenza a considerare persone dell’altro sesso esclusivamente come “corpi pornografici”. Il dipendente ha grosse difficoltà a vivere nella dimensione reale, concentrarsi sul lavoro, instaurare rapporti di amore e amicizia, perdendo la fiducia in se stesso.

Dipendenza da cyber pornografia – Conseguenze

Il passaggio dalla pornografia “cartacea” a quella in Internet, ha aumentato le possibilità di appagare “desideri sessuali compulsivi”, fino a formare nuove patologie. È stato possibile tracciare alcuni segni clinici che caratterizzano la dipendenza dalla pornografia on-line:

  • Il tempo trascorso in Internet alla ricerca attiva di materiale pornografico ed aspettative di eccitazione o gratificazione sessuale legate alle connessioni successive. La ricerca è talmente ossessiva, che occupa molte ore al giorno. Il soggetto, fa terra bruciata attorno a sé, portando a maggior isolamento, solitudine, perdita dei rapporti e avere come unico interesse la pornografia.
  • Senso di colpa e vergogna per il proprio comportamento che porta a nascondere agli altri la propria fruizione in Internet di materiale pornografico.
  • Masturbazione sempre più compulsiva, prolungata e controllata, per enfatizzare l’emozione della visione pornografica.

Dipendenza da cyber pornografia – Impatto sulla famiglia

Come già spiegato, la cyber-porn addiction ha conseguenze principalmente a livello di coppia. L’eccitamento sessuale e l’eccessiva masturbazione, provocate solo dalla visione del materiale pornografico, porta all’annullamento di rapporti sessuali con il proprio partner, che non si sente più desiderato, facendo perdere al rapporto tutti i suoi componenti sessuali ed affettivi. Il desiderio sempre maggiore di visionare materiale pornografico, porta il dipendente a non adempire più ai suoi compiti di coniuge, diventando un persona ancora più isolata e distaccata. È freddo, qualsiasi momento libero per lui è importante per potersi collegare; non ha più interesse nel mondo reale che lo circonda e nemmeno delle persone che ne fanno parte. Quando si tratta del trattamento delle dipendenze, la famiglia è spesso trascurata o nemmeno presa in considerazione, nonostante il grande impatto che la malattia ha sul nucleo familiare. Il comportamento di una persona dipendente si ripercuote inevitabilmente sulla famiglia, che vive una situazione di co-dipendenza. Purtroppo però, non sono consapevoli di quello che sta affrontando il malato e adottano tecniche “fatte in casa”, che spesso portano ad esiti negativi. La scoperta, può avvenire in modo casuale ma porta a delle conseguenze emotive molto forti quali shock, vergogna e confusione. Per poter interrompere il comportamento dipendente del soggetto, i familiari, reagiscono con atteggiamenti tipici della co-dipendenza come indagare, contrattare, controllare l’accesso alla rete, informarsi sulla dipendenza da pornografia on-line e le possibili terapie. Questi comportamenti danno un senso di conforto nell’essere a conoscenza di ciò che accade e danno loro l’illusione del controllo, ma il risultato è l’instaurarsi di una relazione genitore-bambino, che genera risentimento nel dipendente, che continua a mentire. Per i figli, la conseguenza più frequente, si riflette sulla riduzione di attenzione e cure, poiché il dipendente è talmente concentrato a ricercare e visionare pornografia che distoglie l’attenzione ai figli. Spesso accade che i figli vengano in diretto contatto con il materiale pornografico, ne rimangono sconvolti, provano imbarazzo, si arrabbiano con il genitore e perdono rispetto nei suoi confronti, portando anche alla visione di materiale pornografico quando sono adolescenti. Anche se non vedono le immagini al computer, percepiscono le discussioni e lo stress che si vive in casa, a causa dei conflitti tra i genitori.

Dipendenza da cyber sex

La cyber-sex addiction, ossia la dipendenza dal sesso virtuale, è la ricerca ossessiva – compulsiva di una sorta di legame o attività con un’altra persona. Le attività sessuali sono: visionare e/o scaricare siti (o materiale) pornografici in contemporanea alla masturbazione, incontri virtuali in chat erotiche (“stanze” dove persone sconosciute si incontrano per poter “chiacchierare” liberamente di qualsiasi argomento), leggere e scrivere lettere o storie, scambiare e-mail o annunci per incontrare partner sessuali, impegnarsi online in relazioni amorose interattive con persone dello stesso sesso o opposto, inclusa la masturbazione in contemporanea con un’altra persona (disposta a farlo) davanti ad una web-cam, cioè una telecamera che permette di vedere quello che sta facendo l’utente con cui si dialoga. L’individuo ricerca una soddisfazione sessuale che può essere di due tipi:

 

  • Virtuale
  • dove l’individuo, tramite la visione di film e siti pornografici si masturbava, chat con web-cam dove l’utente praticava auto-erotismo in contemporanea con qualcun’altra.

 

  • Reale
  •  dove l’individuo combina incontri reali, dopo un periodo trascorso a mandare email erotiche alla persona interessata e consenziente, entrare in chat erotiche dov’era possibile “chiacchierare” sui propri gusti, fantasie e perversioni sessuali, per poi sfociare ad un incontro “faccia-a-faccia”.

I dipendenti da cyber-sex, sono ossessionati da pensieri sessuali e spinti a compiere atti che possono soddisfare i loro pensieri e fantasie, legate a materiale pornografico o immagini hard scaricate o visionate in rete. Nel cyber-sex, il computer è il mezzo attraverso il quale una persona interagisce con un’altra.

2017-09-11T16:09:00+00:00